Chiudi il banner
Questo sito utilizza esclusivamente cookie analytics e tecnici.

Ai sensi del provvedimento n. 229 dell'8 maggio 2014 del Garante della Protezione dei Dati Personali per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti (art. 13 del Codice privacy).

Per maggiori informazioni consulta l'informativa estesa

Tre incontri al museo TAMO parlano del cibo dell'anima nei mosaici antichi

E se fosse il cibo a parlare di noi?

Da mercoledì 14 ottobre alle ore 18,00 presso il museo Tamo, la Fondazione Ravenna Capitale, promuove un ciclo di conferenze dal titolo Il cibo racconta noi.

Da mercoledì 14 ottobre alle ore 18,00 presso il museo Tamo, la Fondazione Ravenna Capitale, in collaborazione con Ravenna Capitale Italiana della Cultura 2015 e la Fondazione Ravenna Antica, promuove un ciclo di conferenze dal titolo Il cibo racconta noi.

Il tema dell'alimentazione è stato un punto cruciale nella storia dell'uomo: il cibo ha condizionato la storia e ispirato politiche, ha caratterizzato gli stili di vita, ha suscitato riflessioni letterarie, ha incoraggiato confronti ed incentivato scambi culturali.

La Fondazione Ravenna Capitale ha scelto di approfondire questo argomento, analizzando come i cibi vengano spesso rappresentati all'interno dei mosaici.

Il primo appuntamento, mercoledì 14 ottobre, vede protagonista il mosaicista Paolo Racagni, il più accreditato conoscitore dei mosaici mediterranei, che parlerà di Rito e cibi nei mosaici mediterranei.

Mercoledì 21 ottobre è la volta di Giovanni Gardini, studioso noto per la conoscenza dell'arte cristiana ravennate, che affronterà il tema de Il cibo dell'anima nei mosaici di Ravenna.

In chiusura, l'archeologa Giovanna Montevecchi, esperta di territorio locale e di aspetti domestici in uso nell'antichità, mercoledì 28 ottobre presenterà La tavola degli antichi romani tra eccessi e frugalità.

Ingresso gratuito.